Racconti & Articoli
Giornalistici




Salgari risulta famoso, attualmente, per i personaggi da lui creati e contenuti in vari "romanzi", siano essi articolati in "cicli" (avventure di Sandokan, o del Corsaro Nero, di Capitan Tempesta) oppure espressi in singoli volumi (Tay-See, Fathma "La favorita del Mahdi", Nadir "Il re della montagna").
Ma, accanto al gran numero di romanzi scritti da questo autore, non va dimenticata anche una certa "produzione minore", intendendo con questo termine opere "meno note" ma pur sempre molto interessanti. Mi riferisco naturalmente ai racconti, circa 150 (non bisogna dimenticare che e' stato proprio un racconto, I selvaggi della Papuasia , a lanciare Salgari nella carriera letteraria!) pubblicati presso vari editori, spesso facendo uso di "pseudonimi" per sfuggire ai contratti editoriali in cui era impegnato.
Ristampati all'interno di varie raccolte, nel corso di questo secolo (la piu' recente e numerosa delle quali e' senza dubbio quella presso l'editore Viglongo, in tre bei volumi che riportano i racconti pubblicati nella collana "Bibliotechina Aurea Illustrata" dell'editore S.Biondo negli anni 1900-1906), questi racconti hanno goduto certamente di una certa "conoscenza" da parte dei vari appassionati salgariani.
Il loro elenco, e "dati tecnici" ad essi relativi, e' presentato nell'apposita pagina, mentre per rintracciare le pubblicazioni in cui e' possibile trovare raccolti i vari racconti rimando alla pagina delle * Edizioni attuali * di questo stesso sito.

* L'elenco dei racconti *


Scrive, in un recente articolo ( "I racconti di Salgari in incognito", del 28 Febbraio 2003, "La Sesia" , contenuto nella "Rassegna Stampa Salgariana" cui si rimanda), Felice Pozzo, proprio a proposito dei racconti salgariani:
"E' fresco di stampa il terzo ed ultimo volume contenente i racconti che Salgari, con lo pseudonimo Cap. Guido Altieri, scrisse per l'editore Salvatore Biondo di Palermo nella prestigiosa collana "Bibliotechina Aurea Illustrata", che annover˛ pi¨ di 450 fascicoli apparsi tra il 1901 e gli anni Venti del secolo scorso.
La "Bibliotechina" siciliana annover˛ ben 67 racconti di Salgari, contro i 24 di Edvige Salvi e di Anna Vertua Gentile, i 19 di Ida Baccini ed Elvira Simonatti Spinelli, i 18 di Luisa Macina Gervaso, i 14 di Emma Perodi e, via via in decrescendo, degli altri autori di cui alcuni famosi: Luigi Capuana, Enrico Novelli, Alberto Cioci, Egisto Roggero. Autore di punta, dunque, appare "Altieri-Salgari", in una collana prevalentemente al femminile, moraleggiante, spesso troppo delicata persino per quel pubblico infantile cui era diretta e che dimostr˛ certo non inaspettatamente di privilegiare le sferzate d'avventura scritte dal papÓ di Sandokan in incognito.
Siamo nei primi anni del Novecento. Salgari Ŕ legato da un contratto in esclusiva con l'editore Donath di Genova che lo vincola a sfornare quattro romanzi all'anno per un compenso tale da costringerlo a trovare tempo e fantasie supplementari allo scopo di arrotondare le entrate con una maschera. In pi¨ occasioni quella prediletta del "capitano Guido Altieri" gli tornerÓ comoda, appunto, per sfamare moglie, quattro figli e la suocera.
E' quindi una produzione, questa sua, strappata agli impegni "ufficiali" e che rivela perci˛ pi¨ del solito i saccheggi giÓ abitualmente effettuati a spese del beniamino "Giornale Illustrato dei Viaggi" edito da Sonzogno di Milano. Saccheggi che Mario Tropea, professore all'UniversitÓ di Catania, rileva con puntualitÓ nella lunga ed esauriente postfazione intitolata "Titoli, nomi, note, congetture e qualche plagio. Indagini e ricognizioni sull'universo dei Racconti".
Indagine certosina e preziosa che non intende certo sminuire questa attivitÓ "minore" di Salgari ma piuttosto ricavare strumenti diretti ad una migliore conoscenza dell'officina sorprendente e vivace dello scrittore veronese che pur chiedendo aiuto alla propria fantasia troppo provata, riesce a donare sensazioni nuove e fresche, come sa fare l'artista quando rimaneggia i manufatti dell'artigiano [...] ".

Ma, se questa parte (molto ampia, in effetti) di scritti salgariani e' stata, in qualche modo, sempre a disposizione dei lettori, la stessa cosa non si puo' dire per gli "articoli" apparsi su alcuni giornali. Salgari e' stato, infatti, anche * giornalista * prima che romanziere (e anche da romanziere non si puo' certo dire che non si sia comportato da giornalista), e anche questi articoli non sono certamente pochi.



Visita la pagine dedicate a:
* Salgari... giornalista *
* La produzione dei "falsi" salgariani *

I ROMANZI DI *EMILIO SALGARI*
Torna all'elenco dei cicli dei romanzi



Indice!!

Questo sito è ideato e gestito da La Perla di Labuan
Tutti i diritti sulle immagini e sui testi sono riservati.