Una tigre sbarra il passaggio.

SEI PRONTO AD APPRODARE
SULLA MIA ISOLA?

Stai per entrare nel mondo dei libri e dell'avventura!!!
Raccogli tutto il tuo *coraggio* e SEGUIMI!


Stava [la tigre] per riprendere lo slancio per gettarsi sui cacciatori, ma Sandokan era lì. Impugnato solidamente il kriss si precipitò contro la belva e prima che questa, sorpresa da tanta audacia, pensasse a difendersi, la rovesciava al suolo, serrandole la gola con tale forza da soffocarle i ruggiti.
- Guardami! - disse. - Anch'io sono una Tigre! -
Poi, rapido come il pensiero, immerse la lama serpeggiante del suo kriss nel cuore della fiera, la quale si distese come fulminata.
Un urrah fragoroso accolse quella prodezza.
Il pirata uscito illeso da quella lotta, gettò uno sguardo sprezzante sull'ufficialetto che stava rialzandosi, poi volgendosi verso la giovane lady, rimasta muta pel terrore e per l'angoscia, con un gesto di cui sarebbe andato altero un re, le disse:
- Milady, la pelle della tigre è vostra.

[Le Tigri di Mompracem - Emilio Salgari, Donath, 1900]


Il momento era terribile e lo scoramento cominciava ad impossessarsi di quei forti e ruvidi uomini di mare quando improvvisamente una voce metallica e imperiosa, che ricordava i comandi taglienti del Corsaro Nero, si levò sul ponte della Folgore, dominando il rimbombo delle artiglierie e le urla dei combattenti:
- Su, uomini del mare!... All'abbordaggio!..
Tutti si erano voltati, dimenticando per un istante che gli spagnoli stavano sopra di loro. Jolanda di Ventimiglia, vestita di nero, come suo padre, con una lunga piuma infissa nei capelli e una spada nella destra, era comparsa sul ponte della Folgore, fra il fumo delle artiglierie, e additava ai corsari la fregata.
- Su, uomini del mare!.. - ripetè, con quell'accento che sapeva ritrovare suo padre nei momenti più terribili. - All'abbordaggio! La figlia del Corsaro Nero vi guarda!...
Un clamore spaventevole aveva risposto alla fanciulla.
- All'abbordaggio!... All'abbordaggio!...

[Jolanda, la figlia del Corsaro Nero - Emilio Salgari, Donath, 1905]

Questa pagina è stata visitata




volte dal 23 Novembre 2002

Questo sito è ottimizzato con Explorer 7.0



ed è ricercato da :